Intervento ginecomastia uomo

intervento ginecomastiaLa ginecomastia è un eccessivo sviluppo delle mammelle nell’uomo, causato da grasso in eccesso o da un eccessivo sviluppo delle ghiandole mammarie, dovuto in alcuni casi a disfunzioni del sistema ormonale. Normalmente, nel periodo della pubertà, è normale registrare un particolare sviluppo delle ghiandole mammarie, che in taluni casi si fanno dolenti: se tale condizione persiste, si parla di disturbi ormonali. I fattori scatenanti possono essere i più disparati: eccessi adiposi, disturbi metabolici o del livello di testosterone, sindrome di Klinefelter, assunzione di farmaci, di estrogeni o progestinici, utilizzo di anabolizzanti (specie nel body building).
E’ una condizione che provoca grande disagio psicologico e grosse difficoltà relazionali, contraddicendo l’immagine socialmente condivisa della virilità maschile. Per questo interventi di riduzione del seno maschile sono particolarmente importanti, in grado di restituire ai pazienti una serenza socializzazione ormai perduta.

In cosa consiste l’intervento?

L’intervento ha una durata compresa fra i 30 e i 60 minuti. Vengono effettuate incisioni di 3-4 millimetri che consentono di ridurre il seno maschile procedendo con la liposuzione quando l’ipertrofia mammaria sia dovuta solo a grasso, oppure con l’asportazione di tessuto ghiandolare e grasso qualora vi sia anche questa componente. Le incisioni sono piccole e praticamente invisibili dopo l’intervento