Blefaroplastica inferiore superiore

Si chiama blefaroplastica l’intervento atto ad eliminare eccessi di pelle della palpebra inferiore (le note borse…) o rilassamenti di quella superiore, fenomeni che invecchiano di molto il nostro volto. Tali problemi non determinano solo problemi estetici, ma spesso anche funzionali: i pazienti, infatti, lamentano un senso di pesantezza che viene completamente risolto dall’intervento. La blefaroplastica inferiore o superiore è uno degli interventi in cui le conseguenze estetiche sono limitate al massimo: le cicatrici sono infatti quasi invisibili, perché praticate lungo le pieghe naturali delle palpebre. Per l’intervento è possibile scegliere sia l’anestesia locale che quella totale.

Il postoperatorio

Durante le 24 ore successive all’intervento è consigliabile l’applicazione di impacchi freddi. I fastidi iniziali, consistenti in lacrimazione, arrossamento e gonfiore, sono fisiologici e scompaiono in tempi brevi. Dopo 3/4 giorni è prevista la ripresa dell’attività lavorativa, mentre per riprendere qualla fisica è richiesto fino ad un mese.
E’ sconsigliata l’esposizione al sole prima di un mese dall’intervento, o quantomeno tale esposizione richiede l’utilizzo di un paio di occhiali appositi.

Galleria blefaroplastica prima e dopo